username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Anima mia accompagnami dal dentista

Malgrado
le piccole molestie di questa vita

morti su morti guerre su guerre fame su fame decessi su decessi

senza parlar
dei dentisti dei deisti e dei cessi

l'uomo storico
in cuor suo
dorico

accarezzando
la Sua anima
stoica

luce su luce

si apre all'infinito

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • karen tognini il 26/06/2011 10:09
  • Anonimo il 25/06/2011 17:41
    Bello il titolo Vincé... io, dal dentista, all'anima farei pagare pure la parcella... tanto più che si deve aprire all'infinito! Molto significativa e profonda la tua poesia. Volenti o nolenti tutto e tutti ci apriamo all'infinito. Ma a quale infinito... forse a quello ch'è già finito... o che deve ancora venire? Lascio ai posteri queste infinite disquisizioni sull'infinito!
  • Anonimo il 25/06/2011 17:09
    ... e sì Vincé, malgrado tutto è come dici tu!
  • Giacomo Scimonelli il 25/06/2011 16:37
    piaciuta Vincenzo...
  • Anonimo il 25/06/2011 13:54
    non è piacevole far guerra ai propri denti, però si spera nella croce rossa anche se costa tanto al portafoglio. ahimè, tutti dorici ma un sacrificio si può fare per non soccombere in pianti di dolore. ciao Vincenzo sono uno tra quelli. Salva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0