accedi   |   crea nuovo account

Terzo Millennio

Consumiamo il "concesso"
in uno status precario,
sospesi,
nello spazio temporale,
come buchi neri infintesimali,
ingoiando l'Oggi.

Ostaggi del Domani,
farneticante rincorsa
all'Effimero.
Dirò, farò, sarò;
credo e lessico.

Consumiamo il "concesso"
immersi
in miraggi artificiosi.
Umiltà e virtù
anomalie perniciose.
Egoismo,
arroganza,
prepotenza,
cime di successo e sollazzo.
Il verbo è:
Io sono Io,
Voi non siete un cazzo.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Fernando Piazza il 30/06/2011 14:46
    Il Marchese del Grillo se la riderebbe di gran gusto se fosse ancora qui... oppure no, è ancora qui... sotto mentite spoglie... e noi ce ne siamo accorti... ma stiamo fermi perchè "nun tenimm genje 'e fa nient... Perchè finchè non ci toccano l'orticello e la goccia non trabocca dal vaso, le cose possono aspettare... Ma per quanto ancora?
  • Giacomo Scimonelli il 25/06/2011 17:53
    ... piaciuta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0