accedi   |   crea nuovo account

Er bastardino

Moscio moscio
su na panchina
appasciato
me ne stavo;
der bastardino
l'annusare,
la mea attenzione
de botto svegliò;
lo guardai,
me guardò,
li su' occi
ne li mei
tutto appacò
incontrandose;
e a li mei piedi
s'afflosciò.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 26/06/2011 12:04
    piaciuta ed apprezzata... versi molto musicali...
  • Anonimo il 26/06/2011 11:45
    Mi hai fatto ricordare a un bastardino che ho avuto in passato. Bravissimo Don!
  • Anonimo il 26/06/2011 01:01
    Caro Don, così sono i bastardini... bisogna invece dubitare dei bastardi... quelli sono tremendi e comandano pure! Piaciuta ed apprezzata molto!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0