accedi   |   crea nuovo account

Santo dell'ignoranza

Quotidianamente
scopro nuovi aspetti
altri dettagli
perverse realtà del mio pensiero.

Giorno dopo giorno
navigo
studio l'iceberg
soffermandomi sulla parte sommersa
il mio inconscio.

E così mi arricchisco
divento un ricercatore personale
provo a capire il funzionamento
l'operato dell'attività mentale.

Preferisco osservare dall'alto
perché risulta difficile
troppo complicato
dovrei immergermi sempre più a fondo
rischiando di essere soffocato dalla realtà
da ciò che mi sta intorno.

Così vivo felice
apparentemente
e beato
quasi un santo dell'ignoranza.

Quello che non riesco a intendere
sono io
me stesso
e il meccanismo incasinato
del mio più profondo lato.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Aedo il 27/06/2011 00:10
    Una poesia di stampo psicoanalitico: molti sfuggono dal proprio esame interiore, timorosi di non sapere fronteggiare eventuali realtà scomode. Invece bisogna farlo, per ritrovare la vera autenticità, anche a costo di sofferenze. Ho molto apprezzato la tua composizione, Vasily!
    Ignazio
  • ELISA DURANTE il 26/06/2011 19:22
    Conoscersi è un'impresa che dura tutta la vita!
  • vasily biserov il 26/06/2011 11:45
    ma non è per niente semplice! grazie per il commento!
  • Dora Forino il 26/06/2011 11:44
    Certamente, caro amico vedi solo la punta dell'icerberg ma per la nostra maturità, dobbiamo metterci la muta e andare nel profondo per riportare alla luce ogni cosa.
    Questio secondo una mia logica personale.
    Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0