PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Confessione

Mentre d'inchiostro
un candido foglio
ad imbrattar
con inadeguate parole
m'accingevo,
dall'Alto
una Mano
risoluta,
fermandomi,
la rima
in parole
più carine
ed accettabili
cambiar fece.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • loretta margherita citarei il 27/06/2011 17:17
    ottima, complimenti don
  • Bruno Briasco il 27/06/2011 14:55
    Una riflessione messa in calce. Ottima.
  • angela testa il 27/06/2011 14:36
    bellissima riflessione... profonda e vera... complimenti DON...
  • Ada Piras il 27/06/2011 11:40
    Dice bene Vincenzo! Mi è piaciuta, bravo
  • Anonimo il 27/06/2011 09:43
    ... complimenti per la bella e sentita poesia... l'ho apprezzata carla
  • Anonimo il 27/06/2011 09:00
    Ma sì Don, Dio ci vuole tutti in armonia e tranne chi è, veramente, un figlio o una figlia di mignotta, o forse di satana, dobbiamo cercare di convivere per migliorarci, rispettarci a vicenda e non per litigare e invidiarci l'un l'altro.
  • Vincenzo Capitanucci il 27/06/2011 07:29
    Bravissimo Don... la coscienza che interviene dall'Alto... scrivendo i nostri scritti.. in fondo siamo solo ascoltatori... di una Voce... più profonda e vera della nostra...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0