accedi   |   crea nuovo account

Cristo andava

Condizionato
intriso
colpevolizzato di colpa cristiana

macchia

colpa di crisantemi
di creta
grano Creso
colpa di credere e di non credere

come, ferri a uncino unti
di carni appesi al camino
il fuoco annerisce, i miei pensieri...

e cerco di liberarmi
di sradicarmi
di sfrangere il corpo in pezzi di specchio

per abbracciare il mondo
per non esistere

La violenza moderna delle masse.
Chi mi decreta a giudicare?
Chi decreto a mortale giudico.
Dove mi arrogo la presunzione di sapere
di purezza, di giustezza
infine
di poter dire???

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 28/06/2011 19:57
    bè... non so nemmeno come commentarla... i tuoi versi, forti, carichi, e fragili... profondi come l'abisso... spaventosi e grandiosi nella loro verità! e puri per la loro umiltà!
    Oggi hai scosso un cuore...
  • Anonimo il 27/06/2011 23:40
    Bella
    Un saluto

    Fenice

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0