PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sociometria

Dai, amore, fermiamoci qui
a rue de la gogne 33!
E cosa danno, amore!?
Tra un po' ci saranno i negri ambulanti
che verranno pestati dai cops, amore.
E perché?

... perché qui gli è proibito vendere le loro vite
eroina e borse contraffatte di Saigon.

Due cuori che s'incrociano nella notte
di culi e tette
pisci animali
psichedelici, ossessione
due cuori s'incorniciano la notte
in spari artificiali
nelle vie del porno 33;
sotto le dita stelle delle rughe di cemento
poi Lampedusa e il deserto cicatrici di una cella ma
la bocca eccola in un bacio di bitume dolce marcio
vengono acchiappati e sbattuti per terra
sangue, verdi di siringhe passate
fluidi degli inferni
finti paradisi tra i demoni che si illuminano
falsi genitori
soli prigioni
con chiodi nella testa
e convinzioni.

Due cuori sono inciampati nella notte
sono due che hanno spento il cervello per permettersi di sognare
come dei film muti
come serate in terrazza
e cespugli di nostalgie
divengono ancore all'eterno.
Sono gli uomini e le donne di oggi
impauriti di tutto
dipinti di niente
serietà
due cuori s'innamorano neri

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 28/06/2011 19:51
    da brivido... letta e riletta... sono guasi annegata nel tormento di questi versi... versi che dicono, raccontano la realtà che toglie il respiro fino a quasi fermarlo... fino a quasi ad aver voglia di fermarlo per sempre...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0