username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Serata 'n casa

"Basta Rosa, 'un voglio artro
si sparecchia 'r tavolino".
"E ci redo, se tu voi
ci s'è fatto 'apolino!

Prima zighe sotto 'r pesto
poi 'r cacciucco poi 'r frittino
s'è finito la stiacciata
s'è scolato tutto 'r vino.

Te lo dio, nun vedo l'ora
di stioccammi sur divano
gambe sopra 'r panchetrtino
e teleòmando 'n mano.

Ohhh, sur primo c'è Pupetto
pieno dé sù scatoloni".
"Cambia subito artrimenti
ci rivogo dù rimoni".

"Sur seondo c'è 'famosi
tutti 'n mare li a sguazzare".
"Malidetto 'hi ce li tiene
loro a mollo, noi a pagare".

"Qui ora fanno la recrame
poi c'è 'n firme poliziesco...".
"Basta, mettiti quarcosa
nun resisto più se 'un'esco,

si facciamo fa dù ponci
sotto ar barre der Vortone
te poi parli colle donne
io mi faccio uno scopone".

"Io ci vengo, ma di ponci,
Mario, bevine un solo
l'artra sera, ti riordi,
alle dieci eri di 'olo".

 

l'autore Marcello Piquè ha riportato queste note sull'opera

Poesia in dialetto livornese


1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 18/07/2013 10:24
    Meglio uscire in compagnia per un goccin e uno scopone che avere la tv sul groppone... e si!
  • loretta margherita citarei il 29/06/2011 22:11
    simpatica ironica poesia dialettale, complimenti
  • Dora Forino il 29/06/2011 20:32
    Mi dispiace di aver perso tanti versi, perchè non hai messo anche la traduzione in italiano... che significa 'apolino? Grazie!
  • Elisabetta Fabrini il 29/06/2011 14:49
    Il livornese è simpaticissimo... bravo, mi hai fatto sorridere...!
    Ciao Ely

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0