accedi   |   crea nuovo account

Illusione, cavallo alato

Ricordi
quel giorno?

Il nostro passeggiare
sul lungo mare
quando all'improvviso
verso me ti voltasti
ed offrendomi la bocca
tutta la bocca nuda
mi baciasti.

Mi baciasti
con un bacio
umido
mordente
infinito.

Tu non saprai mai
ma quel bacio
inaculò nelle vene
tutto il veleno del mondo
mi recluse
in una dolce prigione
in un soave supplizio
di un desiderio eterno.

In quel bacio
conobbi il verbo dell'amore
il mistero del piacere
il profumo di tutta la lussuria
immaginando la tua bocca
sfiorarmi il corpo...

È lontano quel giorno
ma io lo rivivo
solo per sentire
il sapore delle tue labbra
ora che
amazzone
senza destriero
solitaria cammino
sognando amore...
alato cavallo dell'illusione...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Anonimo il 04/07/2011 11:30
    mi son lasciato cullare dalle tue note e quanto son vere... vissuto ogni rigo, ogni parola...
    piaciuta si
  • Anonimo il 02/07/2011 07:48
    passionale, dolce... e malinconica... molto bella...
  • Don Pompeo Mongiello il 01/07/2011 11:54
    Un plauso dovuto per questa tua veramente eccezionale!
  • denny red. il 01/07/2011 02:21
    Un Bacio un giorno.. infinito..
    Dolce passionale... Bella!!! Lory.

  • Anonimo il 01/07/2011 01:22
    che bella, il finale a me piace anche se dispiace un po' la resa ma è il succo della poesia, la solitudine. ciao Salva.
  • Fabio Mancini il 30/06/2011 23:12
    Non mi piace la chiusa (troppo irreale) mentre il resto della poesia è fantastico! Sei perfetta quando parli della passione. Un bacio gentile o appassionato? Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 30/06/2011 17:51
    Ognuno di noi allora ha un cavallo da inseguire... ottima
  • Alessia Torres il 30/06/2011 14:44
    Il sapore dei baci appassionati non si dimentica e continua sempre a sussultare nei ricordi... Una poesia che racconta con trasporto... Bella!!
  • giulio costantini il 30/06/2011 12:50
    quando ho letto sta cosa m' è venuta in mente un'adolescente... il primo bacio... i primi sogni... etc. etc... mi' nonno (un contadino toscanaccio) diceva sempre: - bisognerebbe nasce vvecchi (co 2 V) per morir giovani -... ecco... se sbajava: c' è pure chi s'envecchia restando giovane...
  • Elisabetta Fabrini il 30/06/2011 12:29
    Un bacio che non si scorda più... bellissima Lor!
    ciao Ely
  • Anonimo il 30/06/2011 11:38
    Eh cara Lor, quello che non può fare un bacio... e meno male che ti sei fermata a quello!
    Ricordi che scaldano, specie d'inverno e surriscaldano d'estate.
    Molto piaciuta questa tua... ed anche apprezzata.
  • Anonimo il 30/06/2011 11:38
    Molto bella... la "bocca nuda" è una sublime metafora per definire la fragilità e l'arrendevolezza all'amore. Complimenti!
  • Vincenzo Capitanucci il 30/06/2011 11:04
    Molto bella L'Or...

    in una dolce prigione
    in un soave supplizio
    di un desiderio eterno... ricordo...
  • Kiara Luna il 30/06/2011 11:02
    Sognando amore... forse frutto della fantasia come il miti Pegaso.. molto bella e appassionante Lor
  • Simone Scienza il 30/06/2011 10:24
    Il ricordo ci nutrirà sempre, a volte con il miele altre con il fiele,
    ma è sempre con noi per fortuna maledettamente ci accompagna.

    Molto bella Lor
  • Anonimo il 30/06/2011 10:04
    Cara Lor... c'è tutta la tua passione e sentimento in questa poesia... i ricordi però... fanno pure male.
    Bravissima Lor.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0