PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Procida

Nù schizzo e lava
miezz'all'onn,
s'arrefredda e nun'affonna.
Nù lapillo e n'eruzzion
appuiat là, pe caso.
Nù scunciglio e meraviglia,
na bellezza miezz'e belle.

È a nennella de trè Sore
dint'a nù scenario d'oro.
Cielo azzurro, mare blù,
nù tramonto russ'e fuoco
p'appiccià milion'e stelle,
dint'all'aria na canzona
e o prufum de llimon.

Vich'stritt e case antiche,
piazze ca songh'terrazze
affacciate n'copp'o mare.
Fanne festa li campane
po Rusario dint'e Chiese.
Mamme e spose
mai nà lagna,
quann l'omm và pe mmare
"a Maronna t'accumpagna".

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0