accedi   |   crea nuovo account

Notte avara

Notte avara
Che mi neghi le stelle con le tue nuvole ovattate
Che mi neghi la serenità col tuo vento tagliente
Notte di compagnie improvvisate e lunghe chiacchierate
Un bicchiere dopo l'altro
Tanti ricordi snocciolati
Ricordi altrui
Di altrui felicità
Altrui esperienze
Altrui gratificazioni
Ricordi che mi rendono margine in qualsiasi contesto
Insipido contorno nel convivio sociale
Stanco, nero, rancoroso...

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Dario Alberto Ble il 21/02/2015 13:36
    "Insipido contorno nel convivio sociale
    Stanco, nero, rancoroso" Questa parte porta con sè tanta verità.
    Il maestro Pasolini avrebbe apprezzato il modo in cui hai chiamato il "Contorno nel convivio sociale"
    Complimenti

6 commenti:

  • Angelo Senatore il 28/03/2012 15:27
    è molto intensa, vibrante... la poesia serve soprattutto a questo, buttare fuori quello che c'è di più profondo
  • mario durante il 22/09/2011 15:30
    Consideri troppo l'altrui visione. Tu esisti, sei attore del tuo vivere, non solo spettatore.
    Rabbia mal riposta. Alzati!
  • silvana capelli il 07/07/2011 15:58
    alza gli occhi verso il cielo, e ti verrà l'aiuto! anche quando piove una stella brilla lassù,
    questa la devi scorgere proprio, tù. Ti saluto caro Germano, fraternamente.
  • Don Pompeo Mongiello il 04/07/2011 17:43
    Un plauso dovuto per questa tua veramente bella!
  • Giacomo Scimonelli il 04/07/2011 06:52
    rabbia ben espressa in versi... piaciuta e condivisa
  • Menichetti Serenella il 03/07/2011 21:45
    "Insipido contorno nel convivio sociale" ok, mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0