username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come i giorni della libertà

Si rimane fermi dinnanzi alla noia
di questo esilio
resta una pagina vuota che grida
ad ogni rigo.

Se potessi scovare nelle mie meningi
tutti i pensieri trattenuti nel tempo
in questa nicchia suprema
ricorderei chi sono veramente.

Quella che non sono
ha una faccia sconosciuta
come i giorni della libertà
disegni lontanissimi
che solo quando dormo sanno di realtà.

L'ultima ruota del carro
è la prima a subire ogni condanna
un piccione senza più la bussola
sventrato e annichilito
perde anche il suo nido.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Raffaele Arena il 06/09/2011 00:14
    Drammatica, sentimento di smarrimento, brava,. Bella nella sostanza e nella forma.
  • Giacomo Scimonelli il 04/07/2011 17:43
    ''... Quella che non sono
    ha una faccia sconosciuta
    come i giorni della libertà
    disegni lontanissimi
    che solo quando dormo sanno di realtà.
    L'ultima ruota del carro
    è la prima a subire ogni condanna
    un piccione senza più la bussola
    sventrato e annichilito
    perde anche il suo nido.''

    ottimi versi... piaciuti ed apprezzati... brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0