PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ladri di tempo

La mattina dopo la medesima tazza di caffè
nero
dove guardo annegare il solito mezzo cucchiaino
di miele
mi sposto da una stanza all'altro inciampando
ripetutamente negli scalini della banalità.
La routine mi intralcia il passaggio tessendo
fili di ragnatela
cattura il mio giorno e mi intrappola come
il ragno la mosca.
Quando il buio mi lancia un salvagente di sogni
allora mi riapproprio del mio tempo.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • karen tognini il 04/07/2011 13:17
    vedrai che da ora in poi non ti annoierai piu'... la poesia ti portera' ventate di ritrovata gioia...
    bellissima Serenella...
  • Anonimo il 04/07/2011 13:05
    tutto non è facile, ma vi è sempre rimedio. ciao Salva e grazie del passaggio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0