PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La dieta divina ossia quando i sogni scendono in campo Garrincha Didì Vavà Pelè

Informati
quando sarai stanca della Tua precaria forma

cammina
finta un passaggio
scarta
scatta sull'ala

dalla linea bianca di fondo

crossa al centro
segna
sognando una rovesciata al volo

va
va

"Dos Santos Ed-son Izidio do Nascimento"

non Ti fermare
scarta il Tuo viso

il pallone è fra i Tuoi piedi

segui l'orma tracciata da un divino Amore
ascolterai il canto di dì senza età

dalle tribune del cielo
cadranno applausi

-niente più tribali tribunali-

in carezze di luce

doneranno alle Tue forme
nuova forma

al Tuo corpo di pelle ed ossa la fluidità e la dolcezza di un mare eterno in stelle di miele

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ernesto musiari il 04/07/2011 16:45
    molto originale, mancano Rivelinho e Garricha e poi lo spettacolo e' assicurato!
  • giulio costantini il 04/07/2011 12:58
    considerato cos'è il brasile di oggi non resta che ricordare didì vavà garrincha e pelè... pezzo della serie:quanno i ricordi diventano poesia di fronte ad un presente inesistente...
  • karen tognini il 04/07/2011 11:40
    segui l'orma tracciata da un divino Amore
    ascolterai il canto di dì senza età

    Sublime VINCENZO!!!... non c'è dieta che conti se non l'amore che non giudica... il mondo è tra le tue mani...

    stelle di miele (ma fa ingrassare!!!)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0