accedi   |   crea nuovo account

Intanto intento intinto

Dentro il petto tutto un tormento.
Scosso cotto mozzo muto scruto
l'avvicinarsi del tuo corpo acuto e
cocciuto, in un minimo momento...
Un saluto velato che gioca
gesti simulati ma noncuranti
io sono il diavolo che si avvicina
a dell'acqua santa...
ad acqua santa.
Cammini in modo distinto ed io,
intanto intento e intinto di te,
ti guardo mentre mi passi accanto
e veloce via fuggi via da me.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 07/08/2012 14:00
    Un testo davvero simpatico, delizioso ed originale nel suo significativo sviluppo poetico. Con un abile gioco di parole, l'autore ha dato valore al contenuto dell'intera pubblicazione. Poesia molto piaciuta!
  • Len Hart il 30/04/2012 18:28
    I liked it a lot!!!!!!!
  • Anonimo il 30/03/2012 11:13
    Moooolto carina, leggera, improntata a quel distacco olimpico tutto orientale che ti dicevo C'è un buon gioco di suoni, le immagini che si susseguono sono piacevoli e leggiadre, belle, poi apprezzo parecchio le fughe di parole tipo "Scosso cotto mozzo muto scruto" e "intanto intento e intinto di te", costituiscono una stilema caratteristico della tua poesia, che ti dicevo mi ricorda Zanzotto, non so perchè Un salutone!
  • Anonimo il 10/10/2011 20:27
    Sentimenti che seguono un ritmo verso un qualcosa di irragiungibile.
  • Paolo Venturi il 30/07/2011 20:05
    Bella, originale, frenetico guizzo di parole e sottoinsiemi.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/07/2011 07:44
    Un bellissimo gioco di parole Matteo... intinto di Te... in Arte... in Aria di Te...

    Ti guardo... Ti scruto... ed inafferrabile in un canto... sfuggi... ne rimane l'incanto... sospeso fra diavolo... ed acqua santa...
  • Matteo Contrini il 29/07/2011 13:17
    Ben detto Rosanna, voglia di rincorrere ^^
  • rosanna erre il 17/07/2011 12:49
    Parte in quarta, quasi rappettara, poi la poesia rallenta... ma con un guizzo sul finale che non mi lascia rassegnazione ma direi più... voglia di rincorrere!
    Adrenalinica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0