accedi   |   crea nuovo account

Distacco

Sono io, la piccola foglia
ancora al ramo attaccata,
che ondeggia agli schiaffi
sonori, del vento

Io sono la foglia caduta
dal ramo, calpestata
schiacciata, sul selciato
da sola lasciata.

Mentre guardo dal basso
la mia pianta gigante
e il mio ramo piangente
così spoglio di me

un singhiozzo mi scuote
E mi vien nostalgia
Di una veste che fu,
Più leggiadra e brillante.

Il mio cuore si spezza
Qui, da sola depressa.
La tuo orma mi pressa,
è la fine per me.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Menichetti Serenella il 05/07/2011 16:33
    Non ti preoccupare è un nome a me caro la mia nipotina si chiama Michelle! Grazie per la tua attenzione, a presto.
  • Anonimo il 05/07/2011 16:15
    scusa ti ho chiamato michela invece di Serenella...
  • Anonimo il 05/07/2011 16:09
    bellissima poesia cara michela meravigliosa metafora scritta attraverso la natura bravissima... carla

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0