accedi   |   crea nuovo account

Troppo

In questi anni, nell'accavallarsi di momenti essiccati
Scetticismo e sarcasmo solcavan la strada
Un lungo tizzone che macchiava innocenza e pietà
Una ferita nell'entusiasmo puerile
Smerigliata e irritante impronta
Ragnatela che avvisava il tramonto dal cielo
Che poteva catturare i residui di gioia
Poco piacevoli bagagli da condurre
In un avvenire offuscato e grigio

Penso troppo
Perché ho visto troppo
E troppe volte ho cercato solitudine
Nel desidero, ansioso e costante
Di uno straccio di accreditata maturità
Di un monumento di monolitico rispetto
Di collimato e risoluto amore
Di compiacimento per le proprie azioni...

Stupida mente
Stupido disordine
Stupida linea di pensiero spezzata
Stupide sinapsi intasate
Fatemi vedere la pace negli occhi
E se ci saranno altre fatue aspirazioni a guastarmi il percorso
Datemi la forza di evadere.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • silvana capelli il 07/07/2011 16:20
    la poesia è molto bella, scritta molto bene, ma tu, sei in cerca di una perla preziosa che non riesci a trovarla, forse l'havrai già fatto nella vita, nel caso non l'avessi fatto, prova andare in un prato, in una chiesa, mettiti in silenzio, e ascolta, sentirai dentro te una forza che non guasta il tuo commino e le tue cellule nervose si quieteranno. Germano, sei giovane, forza e coraggio. un abbraccio,
  • Anonimo il 05/07/2011 22:37
    Corposa e ben assemblata... bravo
  • Anonimo il 05/07/2011 17:39
    complimenti molto bella e scritta bene...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0