PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frammenti confusi

Mordo frammenti confusi e sparsi
di efferata, lacerante assolutezza
per giocare a nascondino
con l'ombra della mia identità.
Il mio sguardo
figlio di una stritolante nevrosi
scatta foto al cielo
e riceve da esso in dono
il nitido abbaglio
della sua incompiutezza.
Non chiamare osservare
quella tua incapacità di piangere
su quanto delle cose
non riesci nè mai riuscirai a scorgere.
Il tuo senso, lo sai
è imprigionato
in un anagramma di stelle
dove la tua luce
è una pedina di scacchi
che maledice
di non poter restare immobile.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • karen tognini il 05/07/2011 21:17
    Bellissima... introspettiva profonda...
    ma arriva...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0