username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Stai calmo Denny

Allora come ora, mentre il giorno
lentamente muore, mi cullo mi curo dolcemente,
dentro il suo riflesso, doni e segreti.

Quando ero piccolo, facevo solo in tempo
a salutare i tramonti, per poi accarezzare
per un'istante l'invitante alba. Raramente
mi fidanzavo con la luce, e quelle poche volte
che succedeva, tristemente rimanevo cieco e,
non vedevo nulla, non si accendeva mai nessuna
lampadina. E allora, ognuno tornava al suo posto,
chi col chiaro dipinto, chi col buio disegnava.

Nel mio piccolo ero già strano, era strano il giorno,
lampi di voci mi sfioravano, mi ricordo che.. in un'ora
ben precisa, ero circondato da libri numeri figure,
lei che parlava, e lui che sapeva la sua storia,
ed io dietro una lavagna stanco di non capire,
bruciai tutti i versi, grembiuli e tutta la scuola.

Non era facile, non ero facile, perchè.. i perchè
non esistono, e cosi decisi di uccidere il giorno,
non volevo perdermi per trovarmi poi oggi in una
accogliente libreria per capire o non capire, e poi..
vai a capire.. che, ti trovi insieme a loro studiosi di
mente e non mente, professori di tutto.. seduto ancora
per capire e sentiri dire: Stai calmo Denny,
stiamo studiando, dobbiamo capire..

E ricordo che alla mattina, prima di chiudere gli occhi,
stavo per un'attimo fermo ad un passo dal mio nido,
a guardare cartelle matite e pagine bianche,
ma al primo raggio di sole mi nacondevo dentro con il
mio silenzio, e mi posavo sulla mia culla, mentre lei
ad un respiro da me era tutta la mia luce.

Immerso in quella sfera di cristallo, come per
incanto con canti di stelle lune lupi e,
angeli in cielo, il mio riflesso saliva sempre
più in'alto, capivo scendevo crescevo e mi
addormentavo piano piano col buio.

E ora è tempo che devo prendere un caffè,
qui mi sa che al posto di una poesia,
ho fatto su un racconto di un raccolto,
Che storia! mi sa che quando cadrò dal letto,
la dovrò rileggere, non vorrei mai aver perso
qualcosa per strada.. non si sa mai..
ormai alla mia età non è facile..

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

29 commenti:

  • Anna Rossi il 19/10/2011 08:52
    un racconto in una poesia. stupenda pagina! complimenti pechè è proprio emozionante. è l'arte delle parole scritte. geniale nella tipologia espressiva..
  • Aedo il 10/10/2011 19:24
    Poesia particolare, il cui centro è rappresentato dalla tua vita. Mi ha colpito il racconto di quando a scuola avresti voluto volare lontano. Mi ricorda una bellissima poesia di Prèvert, in cui un bimbo, invece di ascoltare una lezione noiosa, guarda fuori e vorrebbe stare con gli uccellini che volano. È strano, io sono un insegnante, ma sono stato sempre dalla parte di quel bimbo proteso verso il sogno... Grande Denny!
  • Anonimo il 03/10/2011 15:56
    ciò che maestra la mente, non è mai volontà altrui. tu hai descritto un carattere nel miglior modo in poesia. bravissimo Danny. ciao salva.
  • Falco libero il 29/09/2011 15:39
    Un poema epico Denny affascinante e surreale.
    Bravissimo
    Falco
  • Anonimo il 28/09/2011 16:35
    una colata di parole... riflessioni noir, schizzoidi... di una genialità unika! Barvoooooo
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/09/2011 12:35
    Tutto il romanticismo e l'anima nascosta di Teddy Red in quest'opera.
  • Emanuele Perrone il 27/08/2011 20:34
    bella la chiusura... ma troppo lunga secondo me
  • ignazio de michele il 29/07/2011 18:26
    Grande Maestro Denny, anche se come dici tu, l'età non ti sorregge come vorresti... stesura validissima!
  • Paola B. R. il 25/07/2011 19:14
    Un abbondante proficuo raccolto!
    Luce, ombra, che importa c'è bisogno di entrambi!!!
    Sei forte Denny!!!
  • Anonimo il 21/07/2011 17:19
    Denny...
    Denny...
  • tania rybak il 19/07/2011 01:28
    non sei strano, sei unico, nella tua sensibilità e coerenza,è proprio la tua stranezza che alla normalità fa la concorrenza, un forte abbraccio
  • rosanna gazzaniga il 16/07/2011 18:18
    volevo mandarti gli emoticon, ma sono un po' imbranata, li ho dimendicati, ora rimedio:
  • rosanna gazzaniga il 16/07/2011 18:16
    In questi coinvolgenti versi, tutta l'amarezza introspettiva di un passato che ha segnato l'esistenza, donando un imprinting da persona enigmatica, originale. È dolorosa la scelta del buio invece della luce, ma il tempo sono sicura ha donato oltre al talento poetico, altre gioie meritate! Complimenti, molto bella, letta e riletta!
  • angela testa il 12/07/2011 14:18
    denny che dolcezza... sensibilità... mi hai commossa la chiusa il cuore resta giovane basta volerlo... quello che hai scritto esprime tutto il tuo carattere... non posso che scriverti complimenti...
  • - Giama - il 11/07/2011 13:41
    un gran bel "raccolto" Denny, comunque sia...
    un percorso nell'anima ove riesci a cogliere ogni suo frutto!
    Complimenti!

    ciao Gia
  • Anonimo il 10/07/2011 21:41
    anche io leggo una bella poesia che esprime sentiementi e stati d'animo... e questo è poesia Denny... mi è puiaciuta molto bravo
  • Don Pompeo Mongiello il 10/07/2011 12:48
    Molto interessante e piaciuta questa tua veramente bella!
  • sara zucchetti il 08/07/2011 16:03
    Bravo Denny poesia molto profonda, stare calmi nella vita è importante e vedo che sottolinei la notte calma
  • Anonimo il 08/07/2011 15:09
    Denny... bellissime parole... raccontano di te... letto e riletto e... mi hai preso il cuore davvero...
  • michela salzillo il 07/07/2011 20:11
    Racconto bellissimo, coinvolgente, reale.
    Mi hai commosso! Bravo
  • nicoletta spina il 06/07/2011 22:56
    Forse e' vero cio' che dici... e' un racconto.. il Tuo racconto.
    Ma io leggo anche poesia, quella che cullava e culla la tua anima.
    Bellissima!!
  • Giacomo Scimonelli il 06/07/2011 21:11
    è un capolavoro amico mio...
  • loretta margherita citarei il 06/07/2011 19:49
    veramente notevole, mi ha preso e coinvolta emotivamente, complimenti amico caro
  • Maria Teresa il 06/07/2011 18:47
    È vero, caro denny, questo è un racconto non una poesia, ma d'altra parte è proprio questo il TUO modo di scrivere e di raccontare e fai bene, bravo (come sempre).
    Un saluto.
  • Anonimo il 06/07/2011 15:13
    La diversità, anche nel positivo, è " stranezza" per la maggior parte della gente...
    Io sono un diverso per interiorità e per un handicap di cui sono portatore... Comprendo quello che estrinsecano le tue parole, ripetendo: no alla banalità, benvenga l'originalità. Bravo Denny
  • Dolce Sorriso il 06/07/2011 12:26
    Denny... anima dolce... mi ha commossa questa tua opera...
    smack
  • Anonimo il 06/07/2011 11:23
    un bambino che già portava dentro l'inquietudine di un adulto... già percepivi che nella luce accecante del giorno si nascondevano minacce... orchi del sole pronti ad iniziare la caccia e sbranare, masticare, mangiare... ma la notte... il rifugio ideale, niente mostri nelle ombre... solo incanti e sogni...
    Mi rispecchio in questo tuo frammento...
  • karen tognini il 06/07/2011 09:50
    È sempre bello leggerti Denny...
    poesia stupenda ricca di te...
  • Elisabetta Fabrini il 06/07/2011 09:39
    Bellissima poesia... hai raccontato un po' di te...
    Bravo Danny... sei speciale davvero!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0