accedi   |   crea nuovo account

Il Breakfast Errante

Sbuffa ai primi chiari la caffettiera,
pane tostato imbottito di burro,
quegl' occhi saturi, nuova chimera
che si manifesta con un sussurro.

Gocce di latte nell'espresso amaro,
pasticcini spezzati nell'inzuppo.
Come una carovana di un magiaro,
dove le redini sono un viluppo.

Marmellata di fragole gialle e blu,
Sapori dolci e acidi sul palato,
abissi infiniti attorno Tuvalu,
brezza di mare, litorale aerato.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 11/07/2011 16:33
    a parte la fame... a me mette di buon umore davvero bella! Mi piace com'è scritta
  • karen tognini il 10/07/2011 23:50
    Mi è venuta fame.. mannaggia ed è ora di andare a letto... domani pero' il pane tostato non me lo toglie nessuno!!! ... bella.. mi è piaciuta... Gianluca

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0