username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

RUBINO

Vi prego
Impietosi
Fantasmi
Lasciatemi
Sola!!!
Precipito
E
Voi
Ne ridete!!!!!
Alle tutte
Le mie
Morti
Sono
Rinata,
Ma questa
È lunga
Lancinante
E
Mi
Svuota..
E Tu
Dio
Dammi la
Forza,
La
Volontà
Di esistere
Ancora,
Poichè
Il mio
Stelo
È piegato
I miei
Petali
Inariditi
E piango
Irrefrenabili
Lacrime
Rosso
Rubino...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • augusto villa il 09/05/2008 11:56
    Un'essere delicato come una rosa... o un papavero... e nella sua complessità... profondamente semplice!!!...
  • sara rota il 25/05/2007 16:21
    I fiori appassiscono e sembrano perdere i loro petali, ma si sa che dopo la "morte" di un fiore tanti altri fanno capolino... Così sono gli amori, le amicizie, le allegrie... quando meno le si aspetta eccone spuntare di nuove... Ciao
  • Anonimo il 15/05/2007 21:41
    Bella la piccola speranza che mantieni viva nonostante la stanchezza dell'angoscia...
  • Tony Golfarelli il 14/05/2007 09:41
    Piacevole, ma se letta un paio di volte
  • rexia argento il 13/05/2007 22:09
    bellissimo incatenarsi logico. allarinfusa.
  • laura cuppone il 13/05/2007 19:52
    e' un errore involontario... L
  • ELIO RIA il 13/05/2007 19:16
    Una bella poesia, non mi piace [alle tutte/le mie morti/]
  • Lestat V il 13/05/2007 18:42
    bellissima! li dolore e' quel sentimento che ti fa' o ti disfa brava!
  • Claudio Amicucci il 13/05/2007 00:20
    È difficille dirtelo e non vorrei essere frainteso: Dio è un rifugio sicuro smpre, specialmente nella figura di suo figlio Gesù. A prescindere dal tuo credo. Ti abbraccio cristianamente come un fratello Claudio
  • Gian AR il 12/05/2007 23:39
    cara Laura, non è solo dolore e sofferenza che descrivi, le tue parole lasciano angoscia... perdere ciò che si ha di più caro è straziante, ma la tua invocazione a Dio, sarà l'inizio della rinascita. Non mollare! Sii fiduciosa, il sole tornerà anche questa volta. Un grande abbraccio Gio.
  • laura cuppone il 12/05/2007 21:16
    ciao Ro... purtroppo è anche nel mio carattere "esternare" momenti di dolore in modo totale... forse è una sorta di liberazione... anche se certe volte... una perdita...è difficile da ammettere, da accettare...
    Domani forse ci sarà il sole, o forse no, finchè sarò in grado di soffrire o gioire sarò viva... solo se non sentirò più nulla, sarà come se fossi davvero morta... e non tornerei più... indietro... ciao L
  • roberto mestrone il 12/05/2007 20:46
    Brava Laura,
    molto singolare la tua poesia a.. cascata...
    Sarebbe simpatico comprendere la causa di questa nuova... Morte che ti sta svuotando...!!
    È una pena d' Amore...?
    Con simpatìa..
    Ro
  • Santina Luzzi il 12/05/2007 19:16
    Cara Laura nei tuoi versi, molto ben espressi, percepisco un grande dolore, non so se vissuto realmente. Comunque sia la poesie è terapeutica, esprimersi così non può che far bene! Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0