PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A mio padre

Nasci
ti lamenti di gioia
il nulla ti lascia
la vita ti abbraccia

Fragile e ingenuo
ti attacchi al seno
morbido e tondo
di latte ripieno

È il 19 marzo ed ancor tra le fasce
apre gli occhi al mondo un nuovo fiore che nasce.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti: