PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Giro giro tondo

nuoto intorno a me stesso
cerco da ogni punto di osservazione
il pertugio giusto
ma il totem mi respinge
a volte mi avvicino con espressione cupa
invitandomi alla lotta
altri giorni col sorriso
la sera mi ritraggo
ma non è mai una battaglia vana
una mattina addirittura
ho come avuto l'impressione
che il moloch si muovesse verso di me
con un sorriso
e così ho pianto lacrime giuste
sapendo che così vanno le cose
in questo eterno andare e venire da se stessi
senza motivo apparente
senza risposte
con un grande e incredibile
senso di tutto che avvolge il cuore.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Teresa Tripodi il 12/07/2011 18:54
    senza motivo apparente e senza risposte... le risposte saranno date alla trasparenza dei motivi... molto bella
  • Vincenzo Capitanucci il 10/07/2011 07:21
    Bellissima Giuliano... il totem... il sacro mi respinge... e nello tempo Moloch.. il dio del sacrificio... si avvicina sorridendo...

    è questo l'eterno andare e venire da se stessi... lacrime giuste avvolgono il mio cuore... sarà luce..
  • Giacomo Scimonelli il 09/07/2011 22:20
    ''... ho pianto lacrime giuste
    sapendo che così vanno le cose
    in questo eterno andare e venire da se stessi
    senza motivo apparente
    senza risposte
    con un grande e incredibile
    senso di tutto che avvolge il cuore.''

    bella!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0