accedi   |   crea nuovo account

Freak

Le pareti della mia stanza cambiano forma
Il cemento, la tinta lasciano il posto al vetro, alla plastica trasparente
Tutto si vede, niente si nasconde
Guardatemi.

E adesso in scena un cuore aperto
Lo vedete il sangue signori?
Lei all'ultima fila si sposti un po',
venga qui davanti, che si vede meglio
la guardi piangere, è uno spettacolo.

La donna in vetrina signori, la donna in vetrina!
Per un po' di attenzione vi farà vedere tutto,
lasciate solo un commento e sarà vostra
Uno sguardo e lei riderà.
Uno sguardo solo e lei aprirà le mani, le braccia, le gambe.
Uno sguardo solo e sarà vostra.
La donna in vetrina vive per voi, con voi.

Senza applausi si spegne,
Battete le mani, signori
Più forte, più forte!

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • STEFANO D'AMICO il 01/05/2012 21:42
    Buona sera Irene, opera molto profonda sul piano emotivo, molto bella!!!
  • Irene Guidarelli il 25/07/2011 01:44
    Grazie mille, troppo gentili!
    Ignazio, hai colto alla prefezione!
  • Aedo il 25/07/2011 00:03
    Poesia intensa sul piano emotivo, provocatoria: il mondo si è trasformato in un teatro burlesco, dove viene deriso anche il dolore. Brava!
    Ignazio
  • Giacomo Scimonelli il 10/07/2011 08:23
    malinconica e triste... ma molto bella... bei versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0