PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Colpo di fulmine

Mentre osservavo la vetrina di un negozio,
ho sentito una folata di profumo di muschio bianco,
mi sono voltato, e vidi una sagoma gigantesca offuscata dal sole
sono rimasto folgorato dalla sua bellezza
i nostri sguardi si sono incrociati,
rimasi paralizzato non riuscivo a muovere nessun arto del mio corpo
sudavo freddo le gambe mi cedevano,
mi sono domandato, chi sei? ma da dove sei giunto,
forse da un altro pianeta?
All'improvviso sei scomparso come un fulmine al ciel sereno
Ti ho cercato per ore e ore, nulla.
Giorno dopo giorno speravo di incontrarti
Mi mancavi terribilmente, credo che questo e amore
( fu colpo di fulmine ) passarono giorni mesi nulla.
Persi le speranze di rincontrarti,
quando un giorno, e quel giorno fu per me
il giorno più meraviglioso del mondo
finalmente, finalmente più ti avvicinavi e più il mio cuore batteva a cento all'ora, mi dicesti ciao con quella sua voce possente, ma nello stesso tempo rassicurante.
da quel magico giorno per noi due sboccio l'amore.
( ti amo cucciolo mio).

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Raffaele Arena il 22/10/2011 21:30
    C'e' del sentimento, la metrica non e' considerata. Succede scrivendo di getto, a me capita spesso. Magari rileggendola e contando le sillabe... ma questi son tecnicismi, già che ci sia sentimento e' molto imporntante.
  • Nicola Lo Conte il 21/10/2011 13:29
    Bella favola... al di la degli errori...
  • Giacomo Scimonelli il 02/10/2011 19:04
    sì...è bella... molti errori son colpa anche della voglia di pubblicare.. basterebbe segnalare in fase di convalida...
  • Dolce Sorriso il 09/08/2011 23:17
    mi piace, qualche refuso... si ok, ma bella la poesia.
  • Bruno Briasco il 07/08/2011 12:41
    Concordo con Elisa.

    Aggiungo errata corrige:
    "dissi"= disse
    "credo che questo e amore" = "è" amore o "sia" amore
    "sboccio" = "sbocciò".

    il racconto ne vale la pena poichè è molto molto bello. Ciaociao
  • ELISA DURANTE il 11/07/2011 20:07
    Un bellissimo ricordo, quasi una fiaba, rivissuto in versi pieni d'amore e di meraviglia !

    P. S.
    qualche refuso (dissi per dicesti)