accedi   |   crea nuovo account

Nuova pelle

chiamami folle
solo perchè tra la gente
urlo il tuo nome
mentre mi volti le spalle
e le mie ridicole lacrime
pure d'amore si confondono
tra la pioggia martellante
di questo maledetto marciapiede.
La mia figura vuota
senza battiti di vita
perde le forze, si affossa nel dolore.
dall'asfalto evapora il mio pianto.
Sto morendo e non ho più parole
sono folle
sono folle
pazza d'amore.
Voglio strappare questa pelle
che hai toccato
che hai amato,
baciato, leccato, tradito
abbracciato, ritratto ai piedi del tuo letto.
Adesso voglio nuova pelle
voglio cancellare il dolore del ricordo
e nella mente ormai sopraffatta dalla follia
il buio di un amnesia.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Sergio Fravolini il 14/07/2011 06:23
    "chiamami folle" ... "il dolore del ricordo". Un addio per un qualcosa che non deve più tornare. Quel qualcosa si chiama amore.

    Sergio
  • loretta margherita citarei il 12/07/2011 08:50
    liberarsi conviene, bella
  • Vincenzo Capitanucci il 12/07/2011 07:15
    Bellissima Teresa... una nuova pelle... per cancellare ogni ricordo..( ci vuole perché il corpo ha una memoria... ostinata... come se fosse nata da una ostia d'Amore... e nel bene ci credo)
  • vasily biserov il 12/07/2011 03:28
    che dire... stupenda! i ricordi non svaniscono mai!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0