PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una storia, una terra

Una terra tra i boschi
Tra il verde ed il Nostro.
Una terra forse solo mia,
quella pace, quella nostalgia.
Tra le spighe di grano,
tra la sottomissione e l'invano
perdere tutto di una vita
dall'oggi al domani.
Una strada disastrata
dall'egoismo e disprezzo,
quella strada che si ama tanto
a qualunque prezzo.
Una famiglia, un dolore,
il ricongiungimento e poi l'errore.
Una terra tra l'immenso e il divino,
un paradiso tra il sogno e l'oblio,
delle vite ha ricongiunto dando loro
simpatia, occhi insipidi e accuse in ogni via.
Tra le terre, tra la gente, tra l'amore
una sola è la perdizione.
Quante vuoi lacrime, più dei sorrisi
rimpiangi la patria che non trovi più nel tuo viso.
Oggi è rinnegare che non basta più,
la scelta è fatta, il peccato commesso ma
quell'amore.. mai è stato e sarà omesso.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • vincenzo rubino il 30/10/2011 17:54
    intensa e densa di significato.. bella veramente a "rileggerci" presto, ciaooo
  • mariateresa morry il 28/10/2011 22:53
    Mi è piaciuta molto... ci si sente una storia profonda... non del tutto disvelata.
  • ELISA DURANTE il 15/07/2011 07:02
    Splendidi versi dedicati alle tue radici. Non rinnegarle mai, sono una ricchezza!
  • CLEMENTINA MICLAUS il 14/07/2011 15:34
    quante vuoi lacrime, più dei sorrisi,
    tra le terre, la gente o l'amore,
    una sola è la perdizione... la scelta è fata, il "peccato "è commesso...
    mi piace molto,"quella nostalgia"... ciao, un abbraccio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0