username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tic tac

Ore, a voi chiedo
se mi avete rubato qualcosa
perchè così sembra a me
che vi guardo passare
e fermarvi non so
o non oso.
A voi che giocate col mio corpo
e ve la ridete dei miei sforzi
domando una tregua
seppur minima
per raccattare una palla lanciata
oltre il muro degli eventi.
Così mi lascio in corsa
e rotolando soffro
di una sordità ostinata
e nel mentre aspetto
un tempo che non scada.
Voi, intanto, divertitevi.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Emanuele Perrone il 27/08/2011 20:39
    maledetto tempo eh??? ...
  • Anonimo il 27/08/2011 16:00
    (Voi, intanto, divertitevi.)
    ... grazie... ti aspettiamo... ma fai presto... la vita è un soffio...!!!!
    ciao... a presto.
  • ELISA DURANTE il 15/07/2011 07:23
    Una poesia schizoide, nel senso che si percepisce la necessità di sdoppiarsi per sopravvivere. Tragica...
  • Aedo il 14/07/2011 23:05
    Una poesia ironica e ben strutturata: il tempo a volte toglie qualcosa di vitale alla nostra anima, la sciando un vuoto.
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0