username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non cantiamo troppo l'amore universale

Anime colorate
anime confuse
caramellate

alla prima leccata
si sciolgono e svaniscono

Anime giuste
sbagliate

sgusciate
di essenze forti nauseabonde

Anime
senza aureole!

Rimango sempre dell'idea
che ognuno di noi
è condito
da
una buona dose di cattiveria

Troppa bonta'
la lascero' ai santi

qua sulla terra
non daro' più le spalle a nessuno

Non cantiamo troppo l'amore universale

se poi
amiamo al massimo

l'orticello
del giardino accanto...

 

l'autore karen tognini ha riportato queste note sull'opera

Mi accorgo troppo spesso di quanta cattiveria ogni giorno ingolliamo gratuitamente... certe persone non si rendono conto di quanto possono ferire...
Dobbiamo amarci... ma è molto difficile...


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • augusto villa il 22/03/2014 13:34
    Eh... manca la Compassione... e la consapevolezza di una morte certa... Il sistema... ci ruba il tempo per pensare... e ci propina ben altro... Ma noi... non ci cascheremo... eheheh...
    Ciao Karen! -----
  • Luca Improta il 21/07/2011 14:29
    Hai ragione... bella
  • - Giama - il 18/07/2011 23:54
    Ciò che fa più bene, che più appaga, è l'amore dato. Ciò che fa più male è l'amore "tradito"; quando questo accade vorremmo in qualche modo riprenderci ciò che prima avevamo donato... ma è solo dovuto alla rabbia! infatti se siamo disposti all'amore siamo subito pronti a donarne ancora; e probabilemente non c'è una scala dell'amore, o si ama o non lo si fa!
    Ancora smack!
    Ciao Gia
  • antonio pascarella il 18/07/2011 22:36
    l'amore universale, il bene il male
    è tutto meravigliosamente orchestrato,
    per farci sentire uomini
  • loretta margherita citarei il 18/07/2011 21:58
    concordo l'erba del vicino è sempre più verde, bravissima
  • Maurizio Cortese il 18/07/2011 20:19
    La differenza tra la propensione al bene e al male è tracciata unicamente dal fatto di essere amati e dal riconoscimento della nostra miseria: non è facile, ma bisogna chiedere di essere così.
  • Elisabetta Fabrini il 18/07/2011 19:34
    Condivido ogni singola parola... si fa presto a proclamarci cantori dell'amore... poi alla fine le anime pure si contano sulle dita di una mano... che tristezza!!!
    Brava Karen, la poesia merita i miei complimenti!
  • karen tognini il 18/07/2011 12:10
    Grazie Mara e grazie Teresa avete fatto il punto tutte e due in modo perfetto... anche Te Vincenzo...
    Anch'io conosco Angeli in terra.. persone di una bonta' unica...
    questa poesia è nata da una serie di eventi spiacevoli... ma sono solo considerazioni nate da un momento di rabbia...
    io amo in realta' molto la gente anche se riconosco nell'animo umano alcuni aspetti un po' diavoleschi...
    Vi ringrazio di cuore...
  • teresa... il 18/07/2011 12:02
    una riflessione vera, condivido. è giusto lasciare ai santi tale bontà, siamo umani non esseri divini, chissà... magari il tempo che passa, le troppe invidie, la cattiveria il percorso di una vita intera ci farà avvicinare a tale bontà. Sarà forse questo il senso della vita? poesia che mi è molto piaciuta e che ho apprezzato, spero funga da punto di partenza per una profonda e ragionata riflessione. Devo anche aggiungere però che mi è capitato tra tanta ipocrisia di incontrare veri e propri angeli in terra che disconoscono la cattiveria, l'invidia. chiaramente Karen il numero di questi "angeli" è esiguo" ti bacio brava.
  • Anonimo il 18/07/2011 11:57
    Dovremmo bilanciare i due aspetti: nessuno è mai troppo buono o troppo cattivo. Ognuno agisce secondo i propri impulsi cerebrali ed istintivi (la maggior parte a loro svantaggio o fortuna).
    Comunque, c'è un pelino di verità in quello che hai scritto, lo sento nella mia generazione. Due parole al vento, non bisogna mai "cantare troppo l'amore universale", si rischierebbe di trasformarlo in una semplice formalità, niente di più, niente di meno.
    In quanto ai versi:

    "Rimango sempre dell'idea
    che ognuno di noi
    è condito
    da
    una buona dose di cattiveria"

    Vero, ne sono un esempio fra i tanti.
    Sul fatto di "non dare più le spalle a nessuno", quello un po' meno... Molti se ne fregano, come molti se ne approfittano per colpirti.
  • karen tognini il 18/07/2011 11:43
  • Ada Piras il 18/07/2011 11:27
    E allora odiate se vi piace tanto. Non la penso così, scusa
  • Vincenzo Capitanucci il 18/07/2011 10:59
    salvarmi... vedi sto già perdendo gli occhi...
  • Vincenzo Capitanucci il 18/07/2011 10:56
    Purtroppo ed a malincuore... devo dire che è vera...

    Bellissima Karen...

    qua sulla terra
    non daro' più le spalle a nessuno.. devo almeno salvarni le palle (quelle degli occhi naturalmente )

    se poi
    amiamo al massimo

    l'orticello
    del giardino accanto... o poco più...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0