username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Uomo e poeta

Poeta rozzo son io, ma delicato,
comune, a volte dozzinale
talora insigne e riservato.
Da fredda allegoria passo ad agitare
sensi animosi e vanitosi istinti,
ma resto umile figlio riverente,
originale come galleria di vita,
di vizi e virtù bella signora.
Carico d'anni, che nessun ripaga,
il mio verso schiudo poco a poco
dove il guardo indifferente vaga
e faccio dell'acqua neve e fuoco.
Con l'ultima energia a me rimasta
canto la pietà ed urlo il pianto
e musico il ciel che mi sovrasta.
Intanto, difetto del mondo,
sfuma quest'uomo e si consuma
a trar nel proprio cuore dal profondo
cronaca e storia, non per vanagloria,
ma ché non vada persa la mia scoria.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

28 commenti:

  • mariateresa morry il 02/11/2011 23:45
    anche io ho trovato molto godibile questa poesia... di ottima fattura, pure!!
  • Anonimo il 02/11/2011 22:39
    prima volta che leggo una sua poesia... piacevolissima sorpresa complimenti
  • Michele Sperduto il 16/10/2011 11:59
    una poesia dove esprime il senso perché si è poeti comunque belle le ultime rime di questa poesia
  • Donato Delfin8 il 01/10/2011 21:32
    Ottima Maestro.
    Poesia.
    Immagini efficaci
  • Teresa Tripodi il 29/09/2011 10:27
    La trovo fantastica sia nel suono che in tutto il resto... è la chiave maestra di chi scrive per passione viscerale molto bella complimenti
  • Raffaele Arena il 29/09/2011 02:16
    Ugo, la sua e' POESIA con tutte le lettere in maiuscolo. E non e' da tutti, e non e' per tutti.
  • niche chessa il 01/09/2011 09:55
    Bellissima poesia, una quieta, profonda sintesi del tuo essere poeta, comlimenti!
  • Anonimo il 30/08/2011 21:22
    Molto bella questa poesia, versi delicati, profondi, molto musicale.
  • Aedo il 26/08/2011 09:26
    Ugo si rivela un poeta raffinato e sensibile, che canta le emozioni dell'uomo e il desiderio d'innalzarsi sempre più verso le vette inaccessibili. Bravissimo!
  • Daryl il 19/08/2011 18:30
    Stupenda! Una bella poesia introspettiva, da uomo saggio quale sei!
  • ELISA DURANTE il 11/08/2011 11:51
    Mi è piaciuta molto questa poesia, una presentazione di te stesso forse in certi punti un po' dura, ma colma di saggezza! Sei un grande sia quando fai l'arguto che quando fai il serio. Cioè... sei una bella pasta d'uomo e poeta!
  • Marianna Sabia il 08/08/2011 12:17
    L'uomo che si fonde con il poeta e viceversa... come direbbe Cassirer il poeta che fonde il linguaggio, facoltà umana e naturale, con la sua creatività. Dico che tu rappresenti al massimo questo binomio. Davvero straordinario.
  • Anonimo il 03/08/2011 17:48
    Uomo e poeta degno di grande stima.
    Poesia molto musicale.
    Bella, bella.
  • Anonimo il 29/07/2011 11:21
    quando leggo i tui scritti... dico questa è poesia... quella vera... si uomo garbato, gentile, educato, cavaliere, ... poeta preparato, sensibile, colto, saggio... non saprei cosa aggiungere di più... molto bella con grande stima, carla
  • Giuseppe ABBAMONTE il 26/07/2011 15:31
    Ciao Ugo
    mi è piaciuta molto perchè, come al solito, è gradevole, originale e musicale.
    Non sono sicuro di aver capito l'ultimo verso, quale sarebbe cioè la scoria che non deve andar persa, ma forse questo interrogativo irrisolto rende la poesia ancor più accattivante.
    A rileggerci
    Giuseppe
  • Virginio Giovagnoli il 25/07/2011 18:27
    Bella poesia Ugo, spero e ti auguro che di energia te ne sia rimasta tanta per tanti anni,
    non voglio smettere di leggerti.
    Un caro saluto.
  • karen tognini il 19/07/2011 13:21
    Complimenti Ugo...
    sei un poeta delicato.. per niente rozzo... versi bellissimi... Carico d'anni, che nessun ripaga,
    il mio verso schiudo poco a poco
    dove il guardo indifferente vaga
    e faccio dell'acqua neve e fuoco
    un abbraccio
    k
  • Vincenzo Capitanucci il 19/07/2011 06:11
    il mio verso schiudo... e faccio dell'acqua neve e fuoco...

    Bellissima Ugo..
  • nicoletta spina il 18/07/2011 23:25
  • Anonimo il 18/07/2011 23:14
    Davvero POESIA!!!
    Sublime.

  • - Giama - il 18/07/2011 23:10
    Caro Ugo hai scritto dei passi che trovo frutto di assoluta maturità di uomo e poeta; i tuoi versi mi hanno fatto venire in mente Pessoa ed in particolare questo passaggio: Il poeta è un fingitore Finge tanto completamente Che giunge a fingere che è dolore
    Il dolore che davvero sente.

    Complimenti sinceri!

    ciao Giacomo
  • antonio pascarella il 18/07/2011 22:16
    Da fredda allegoria passo ad agitare
    sensi animosi e vanitosi istinti,
    ma resto umile figlio riverente,
    originale come galleria di vita,
  • loretta margherita citarei il 18/07/2011 21:43
    per me sei il MAESTRO, un grande
  • Maurizio Cortese il 18/07/2011 20:44
    Ugo Mastrogiovanni, con sottile bonomia ed esercizio di stile, si presenta nella polarità che lo contraddistingue: uomo e poeta. Sembra alludere all'unità necessaria tra i due termini, che, se manca, è una rovina: difficile un "alto sentire" accompagnato ad un "basso agire". La conclusione è degna delle lettere paoline, quando l'"apostolo delle genti" definisce se stesso "spazzatura"; noi però sappiamo che la sua poesia profuma di immagini ineguagliabili e di saggezza perenne.
  • Bruno Briasco il 18/07/2011 20:33
    Autoanalisi di un maestro d'armi (la poesia...), sensibile e acuto verso sé stesso e verso gli altri. Ottimi passaggi evocativi... Grande!!!!!!!!!!!!!
  • cristiano comelli il 18/07/2011 20:10
    Un poeta, a mio modesto avviso, non è mai rozzo, anche attraverso versi essenziali riesce a evocare sensazioni di magia. Credo comunque che lei tratteggi con buona perizia la figura del poeta. Ce ne fossero poeti "difetti del mondo", questo mondo avrebbe certamente meno difetti.
  • vincent corbo il 18/07/2011 19:44
    Bellissima autoanalisi di un uomo sensibile e intelligente.
  • Anonimo il 18/07/2011 19:25
    Certamente un uomo dalla grande sensibilità e acume critico

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0