username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il mio posto

Qui non c'è posto per te
l'hanno detto in tanti
segnandomi o sogghignando,
non so perché
hanno con forza spinto il mio corpo
verso la solitaria notte dell'anima.

Sì, non so esattamente dove andare
quale sia il mio vero posto,
i signori dal cuore raggelato
che si nutrono di vuota ragione
non riescono a capire
perché improvvisamente vorrei piangere
insieme a qualcuno
oppure narrare la mia storia
l'itinerario di un viandante senza meta
desideroso solo di issare le vele...

Eppure, signori, l'ho proprio trovato il mio posto
nel momento in cui una carezza di donna
ha saputo asciugare le lacrime
e riavviare il battito del cuore,
l'ho ritrovato quando
dopo una corsa sfrenata
ho raggiunto quel lontano treno
avvolto nella nebbia dell'illusione
in partenza verso la stazione del sogno.
Sì, è proprio questo il mio posto...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 07/08/2012 12:32
    In quel che scrivi si nota una ricerca di qualcosa che ti possa rappresentare. Impresa difficile ma, nel tempo, possibile.
  • Anonimo il 25/04/2012 15:40
    ... esemplare,
    specie nella chiusa
    epifanica,
    complimenti.

46 commenti:

  • Rosa Maria Marongiu il 09/04/2012 23:12
    Nei tuoi versi leggo la metafora della condanna del poeta ad essere solo, tra chi ha 'il cuore raggelato'- e sono in tanti- in un tempo dove la poesia sembra davvero 'fuori posto'. Ma il poeta non può fare a meno d'essere un viandante. Molto bella.
  • Anonimo il 29/12/2011 09:30
    Toccante. Velata di una tristezza infinita.
  • sarah desantis il 02/12/2011 18:00
    ho letto alcune delle sue poesie e le trovo prive di tempo, come se fossero spinte da un vento caldo, melanconico, davvero belle...
  • CLEMENTINA MICLAUS il 06/11/2011 09:47
    letta, riletta con piacere,è arrivata al" posto giusto"
    CIAO, un caldo abbraccio.
  • Kartika Blue il 16/10/2011 22:33
    una poesia che entra nel profondo dell'anima!!
  • Giacomo Scimonelli il 25/09/2011 11:31
    versi ben stilati ed apprezzati... scritti con la solita sensibilità...
  • Domiziana Gigliotti il 18/09/2011 19:02
    Versi profondi e malinconici...è, comunque importante aver trovato il "posto giusto" per ricominciare a sognare e affrontare il nuovo percorso di vita. Complimenti
  • Viky D. il 17/09/2011 21:47
    ... e il viandante trova una casa, un rifugio, un sogno pronto ad accoglierlo. Siamo tutti un po' viandanti, vero Ignazio? bello lo spirito libero delle anime vagabonde, ma ancor più bello è fermarsi, riposare il cuore con chi sa donarci l'amore.
    Un caro saluto, a presto.
  • Sandra Giglio il 15/09/2011 17:14
    Bellissima!!! Ad ognuno di noi è dato il suo posto in quest'immenso universo... è solo ascoltandoci che riusciamo a trovare la giusta via...
  • Daryl il 15/09/2011 00:55
    Bella... Mi sento vicino a te in questa poesia!
  • Michelangelo Cervellera il 09/09/2011 23:07
    Proprio una buona poesia, s'illude chi contrastandoci pensa che non riusciremo ad approdar al nostro sogno.
    Bravo Ignazio,
    Michelangelo
  • lidia filippi il 06/09/2011 20:13
    Bellissima, intrisa di malinconia e anche di speranza a sottolineare l'importanza di un amore vero e sincero che dona nuova luce ed energia per affrontare le delusioni della vita e far svanire le ombre. Complimenti!
  • rosanna gazzaniga il 05/09/2011 13:35
    Una poesia introspettiva intensa e malinconica, ma con una chiusa vincente. Tutti abbiamo un posto, un rifugio, anche se a volte è solitario, proprio dei poeti: il cuore grande, pieno di sensibilità! Bellissima, complimenti!
  • Anonimo il 27/08/2011 19:42
    Nella vita subiamo un continuo sballottamento alla ricerca di senso compiuto. Non sempre è facile non perdere l'orientamento in questo caos, ma alla fine, quello che cercavamo e che non abbiamo mai perso di vista, lo riconosciamo. Possiamo allora dire di non aver vissuto invano! Bellissimi pensieri.
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/08/2011 15:51
    Un argomento attraente e commovente, dai tratti veritieri e reali, ma che potrebbe essere stata solamente una scelta per manifestare quel narrare serrato, nitido e accessibile che tanto distingue il poeta. Il buon risultato di una poesia sorge anche dalla voglia innata di cantare l'opposizione tra il senso e la ragione, tra la carne e lo spirito; comunque sia stata la sua intenzione, la qualità de "il mio posto" è stata di sicuro eccellente.
  • Alessandro Guerritore il 26/08/2011 14:15
    Fine e deliziosa la tua opera.
  • Anonimo il 26/08/2011 10:59
    Anche questa è molto bella...

  • Dora Forino il 22/08/2011 09:32
    C'è sempre un momento in cui trovi rifugio
    tra le braccia di una donna,
    che finalmente, asciuga le tante lacrime
    e ravvivare di nuovo il cuore.
    Molto dolce e delicata! Bravo Ignazio.
  • MORENA MANICARDI il 21/08/2011 15:55
    È una poesia che invita a chi ha un animo sensibile come il tuo a raccogliersi e a ritrovarsi... per poi partire... dove meglio desidera
  • Shabui. il 20/08/2011 12:36
    "avvolto nella nebbia"... già... quanto è fitta quella nebbia?
  • Anna G. Mormina il 17/08/2011 12:17
    ... il tuo posto è lì, dove c'è Amore, il tuo cuore ne è colmo... è dolcissima Ignazio, troppo bella!... ti abbraccio!!!
  • Anonimo il 15/08/2011 02:14
    bravissimo, una poesia che tocca l'anima. ciao Salva.
  • Anna Rossi il 14/08/2011 11:08
    molto intensa. ben descrive sensazioni che a volte non sappiamo dire ma che si celano nel profondo di ciascuno noi.. e aspettano di uscire solo con le parole del poeta. 1ciao (grazie x il benvenuto..)
  • grazia savonelli il 12/08/2011 16:14
    ciao ignis bellissimi versi come sempre
  • - Giama - il 09/08/2011 00:44
    bellissima! mi fa pensare ad un monologo recitato a teatro... sento quasi la voce dell'attore...
    è la voce del cuore!

    grande ignazio!

    Ciao gia
  • Anonimo il 07/08/2011 17:30
    Ignis, complimenti, questo poetar una introspezione mi emoziona. Sembra dire a se stessi coraggio, ce l'abbiamo fatta. Ma quale destino! È l'isolarsi che ci rende sordi e ciechi. *.* (ino)
  • michela salzillo il 07/08/2011 10:27
    L'amore non ha mai nulla di razionale, chi si ostina a credere che sia così non riesce ad amare davvero! Soffrire per amore non ha simili, rifugiarsi nel sogno rappresenta la possibilità di godere ancora una volta di quelle carezze e quei sentimenti tanto vissuti! Per me è bellissima, ho ritrovato anche un po' di me nelle tue parole, grazie!
  • Anonimo il 03/08/2011 16:50
    Un posto nell'orizzonte del sogno.
    Mi piace leggerti.
    Bella, bella.
  • Cinzia Gargiulo il 01/08/2011 20:26
    Dopo un percorso lungo e faticoso il poeta approda alla meta ambita recuperando la dimensione del sogno, quella che gli altri inutilmente hanno tentato di distruggere. Una carezza di donna, una mano che con un gesto di tenerezza asciuga le lacrime allontanando dolore e incomprensione ed il cuore ricomincia a battere con nuovo vigore... e ritorna la voglia di sognare e di credere ancora in una realtà migliore in cui la gente abbia voglia di stringersi la mano e di essere solidale senza deridere i sognatori come se fossero dei folli.
    Ottima poesia Ignazio!...
    Un abbraccio...
  • Anonimo il 01/08/2011 09:33
    una poesia a versi liberi e senza rime che ciò nonostante è musicale...
    apparte la stesura eccellente descrivi gli agomenti con metafore d'effetto
    è proprio una poesia.
  • Anonimo il 31/07/2011 12:02
    Ignazio sono felice per te! Tutti abbiamo diritto ad uno spicchio di felicità, ad una briciola di comprensione, soprattutto se ne abbiamo elargiti in passato. I tuoi versi mi toccano il cuore, privo di entusiasmo, spronandolo a non arrendersi, a saper aspettare il momento propizio...
    Un abbraccio
    Ala
  • vania antenucci il 30/07/2011 23:41
    Ignazio questo è il tuo posto bello romantico e fantasioso che puo' diventare realta, forse i sogni si realizano complimenti bravisssimooooo
  • angela testa il 30/07/2011 00:26
    non riesco a scriverti niente... voglio tenermi nel cuore quello che hai scritto... queste parole sono troppo belle... complimenti...
  • Anonimo il 26/07/2011 21:54
    Il posto più giusto non è quello che ci viene indicato, ma quello raggiunto dopo un lungo percorso, senza una cartina ad indicare la direzione, senza provviste per il viaggio lungo, il posto giusto è quello dove ad aspettarci troveremo due braccia aperte senza che queste sapessero della nostra partenza.
    Il posto giusto è dove i tuoi battiti vivono liberi!!
    Bellissima Ignazio!!!!
  • Alessandro Guerritore il 26/07/2011 21:07
    Ogni uomo sogno un posto dove poter sognare, poter viaggiare.
    Ma chiedo: perché sfuggire dal mondo che ci circonda, dalle cose vere?
    Opera gradevole.
  • Anonimo il 26/07/2011 11:21
    rivedere la luce... riscoprire l'anima, ritrovare una pace perduta ed agognata, non perdere l'occasione giusta a volte celata... una carezza di donna un sorriso sincero a volte basta questo a percorrere il giusto sentiero... Complimenti Ignazio, sei sempre bravo ad entrare nei meandri dell'anima ed a parteciparci i tuoi stati d'animo un abbraccio carla
  • Aurora rossi il 26/07/2011 08:52
    Ignazio, molto intima questa tua opera, credo di aver capito un certo " male di vivere",
    fortunatamente, debellato grazie a chi ti ha preso per mano. Sicuramente sbaglio ma io l'ho letta così
    un abbraccio
  • grazia savonelli il 26/07/2011 06:05
    ho raggiunto quel lontano treno avvolto nella nebbia... bellissimi ed intensi versi, veri, quando l'anima cerca illusioni nei sogni e poi si scontra con la realtà
  • ELISA DURANTE il 25/07/2011 21:16
    Poesia profonda scaturita da un percorso ad ostacoli che è costato fatica ma non ha minato la tua essenza più profonda. Bravissimo!
  • Dolce Sorriso il 25/07/2011 17:54
    il tuo posto è al sole... tra le braccia dell'amore,
    grande come sempre amico caro!
  • Anonimo il 25/07/2011 11:42
    Che belle parole... adoro il finale... il nostro posto la stazione del sogno... bellissima
  • rosanna gazzaniga il 25/07/2011 08:17
    Molto bella questa introspezione! È proprio come dici tu, in questi appassionati versi: nella vita sono i nostri punti fermi che ci danno autostima e senso dell'esistenza, dopo il rifiuto immotivato da scarsa empatia umana.
  • nicoletta spina il 24/07/2011 22:21
    Si, e' proprio li il tuo posto, lontano da chi cuore non ha ma vicino all'isola del sogno, dove l'illusione sfuma e il sogno diviene pura realta'.
    Bellissima questa tua... ognuno di noi segue un percorso spesso difficile, con irte salite e beffardi giudizi, ma chi considera il sognare un rifugio e una meta sa che l'orizzonte di luce sapra' schiudere l'anima e il cuore.
    Bravissimo come sempre!!
  • Bruno Briasco il 24/07/2011 21:30
    Mi piace un casino caro Ignis... bravissimo. Una bella interpretazione di una realizzazione sognata e agognata dando una speranza a chi non credeva o ancora non crede ai sogni. E poiché sognare è gratuito: "perché non sognare in grande?". Un abbraccio
  • Artemisia artemisia il 24/07/2011 00:06
    Poesia intimista in cui traspare la voglia di evasione e il desiderio di condividere sentimenti, pene, esperienze con una sola persona, un ideale amoroso onirico che diventa realtà sognata ma anche certezza. Un altro regalo a chi sogna e apira alla purezza dei sentimenti. Sei sempre più bravo!
  • teresa... il 23/07/2011 18:58
    questa tua opera è già più intima e quindi più difficile da interpretare, signori dal cuore gelato che ti turbano che non ti permettono di trovare la pace che vorresti forse perche questi signori sono l'opposto del tuo essere, tu contenitore capace di riempirti di emozioni, versatile, loro gelidi offuscati dalla ragione vuota che senza cuore è sterile Ma ritrovi comunque te stesso nel desiderio di mani di donna, di protezione. la donna del sogno alla quale ti ricongiungi per poco poichè il sentimento che lascia dura quanto può durare un sogno 5 minuti, tutta la notte? ma cosa c'è di più magico intenso e talvolta reale di un sogno? I sogni dimensione dell'inconscio dove siamo ciò che vorremmo essere senza paturnie senza difficoltà è li il nostro posto!! molto bella e suscettibile più interpretazioni bacio grande

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0