PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'amore che non c'è

Come foglie tremanti
al vento della passione,
le tue labbra fremono
ma nomi non proferiscono.
l'amore ti nega le gioie
di dolci gesti,
e di abbracci ardenti.
Come fiumi mani solcanti la tua pelle olivastra
irromperebbero alle tue valli immobili.
Simile a sconquasso di un tellurico evento
la tua anima dal sogno si desterebbe
e come puledri indomati i tuoi fianchi,
si solleverebbero verso l'astro infuocato.
Baci cocenti alla mandorla del ventre tuo bianco,
come lava incandescente infiammerebbe
le membra e in moto frenetico
alla gioia e al piacere di donna
finalmente il tuo corpo giungerebbe,
come nave attraccata al molo
al sicuro da ogni impervia sventura.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • claudia checchi il 28/07/2011 21:40
    come foglie tremanti al vento della passione... che passionalità... felice di vederti bruno ancora tra noi... ciao
    cla..
  • loretta margherita citarei il 27/07/2011 20:41
    ottima poesia, bello rileggerti dopo tanto tempo, 1 bacione
  • teresa... il 27/07/2011 09:31
    è la prima volta che ti leggo e devo dire che sei magnifico poesia passionale e travolgente. Ottima! baci grandi!
  • Anonimo il 27/07/2011 09:28
    aulica... vibrante... in forma come non mai, caro...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0