accedi   |   crea nuovo account

Incubo

Sento tonfi, tonfi molli
sento tonfi, tonfi folli
uno stagno sul soffitto
tanti rospi a capofitto
occhi gialli rospi folli
rospi verdi, rospi molli.

Occhi gialli nella notte
che ti scrutano fin dentro,
Verdi corpi luccicanti:
Rospi e rane gracidanti!

Che visione surreale
mi sovrasta, mi sconvolge!
La paura m'attanaglia
Sento il cuore che tartaglia.

Aggrappata con le mani
alle sbarre del mio letto,
guardo in alto gli animali
che con tonfi risonanti

fan saltelli orripilanti.
Se qualcuno cade giù
sul mio corpo impaurito,
morirò in un minuto.

Ma cos'è questa visione
che orrore! che sgomento!
Ho perduto la ragione?
Sono pazza? Che tormento!

Sento tonfi, tonfi molli
Sento tonfi, tonfi folli.
Uno stagno sul soffitto.
Tante rane a capofitto
Occhi gialli, rane molli
Rane verdi, rane folli.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 31/07/2011 14:21
    Molto ben strutturata musicalmente e precisa nei versi rigorosamente ottonari.
    Azzeccato il tema dell'incubo... molto originale. Brava Serenella. ciaociao
  • Bruno Briasco il 31/07/2011 11:34
    e fai bene!!!!!!!!!!!!!
  • Menichetti Serenella il 31/07/2011 11:06
    Bruno Ogni tanto mi diverto!!!
  • Bruno Briasco il 31/07/2011 10:46
    Originale... pazza!!!!!!!!!!! Ma bella. Un abbraccio
  • loretta margherita citarei il 28/07/2011 08:30
    piaciuta molto originale
  • Anonimo il 27/07/2011 21:47
    serenella, mi è preso un groppo alla gola... mi sembrava di essere entrata nel tuo incubo... brava, anche strutturalmente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0