PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensiero tirannico

Scavalca ancora
muri sconnessi,
io la pedino
ansante
svolto scruto
l'ombra ostinata
si getta in dedali
di vicoli sempre inediti.
Corre s'aggrappa
si slancia
è sovrumana
la sua guida
ma non la scorgo
ancora;
schizza devia
volteggia intenta
ma in un interstizio
di singolare indugio
finalmente...

Ecco, l'ombra corpulenta
appartiene esanime
ad una malattia totalizzante
ad un convulso intreccio
di filamenti eterei,
un grumo fosco
di lamine finissime:
un' idea.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 29/07/2011 15:27
    Il pensiero tirannico: è tutto focalizzato sul problema della libertà di pensiero. Molto interessante. Piaciuta! Ciao Mario