PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'Arte condensa il sogno in un corpo d'Amore

Oltre la porta del destino
nella luce d'una luna svelata

il sole nella Sua corsa
bacia i Tuoi trafelati piedi
di luminosa pioggia

argentando d'oro
i sentieri percorsi dal Tuo volto

nell'estasi
di lacrime

ormai passate

dal crocevia di plumbee nubi

ad un cielo sereno
di parole

accorse
in soccorso

fra due piccole gocce amanti del mare
l'Amore
sgorga
in un libero fiore dagli azzurri boccioli

Un nostro avveduto sogno
risveglia le Sue membra

in una culla d'Arte

versando nella sacra notte dei templi un opale iridescente in aria di Te

occhi sognanti
immobili

tratti da campi di orizzonti verticalmente abbracciati

in una densità elettrizzata
dallo strofinio di vellutate strofe nel canto dell'io infinito

s'incoronano nel profumato corpo incendiato da celestiali rugiade

nate
dal loro etereo cuore in condensa d'Amore

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Sergio Fravolini il 31/07/2011 12:02
    Un sogno d'amore... la poesia rispecchia la voglia di amore immobile. Mi piace.

    Sergio
  • karen tognini il 31/07/2011 10:22
    Un nostro avveduto sogno
    risveglia le Sue membra

    in una culla d'Arte

    versando nella sacra notte dei templi un opale iridescente in aria di Te

    occhi sognanti
    immobili

    tratti da campi di orizzonti verticalmente abbracciati

    Una condensa d'Amore... cuori innamorati...
    Spettacolare poesia nel tuo originalissimo stile.. inconfondibile!!!
    BRAVISSIMO Vi...!!!
  • Giuseppe Bellanca il 31/07/2011 02:21
    Bellissima molto intensa ricca d'immagini e significati bravissimo come sempre ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0