username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La profezia del peccatore

Idee confuse ballano nella mente,
sogni repressi regrediscono aldilà
di ogni divino volere consenziente.

Aspirazioni soffiano leggere tra i capelli
incatenando piaceri compressi
in leccornie composte da
incandescenti pillole esplosive.

Quando il sole finirà di tramontare
e anche gli elfi soffocheranno
nella nebbia del silenzio, il lupo
sorgerà dalla cenere per guidare
il branco di anime maledette dal Signore.

Pezzi di cuore scoppieranno friggendo
nelle pentole dell'orgoglio,
quando la scansione del tempo
decreterà il loro posto nell'eternità.

Capirai i tuoi occhi solo da cieco,
vedendo la bellezza dell'anima assassina:
e il traditore di vita brucerà in Paradiso
mentre tu tiri i dadi del destino.

Le rondini torneranno dalla neve
piovendo come sassi su lenzuola di lino.
Nessun profumo ti inebrierà più il cuore
perchè sarai strizzato dalle grinfie
che straperanno le piume alle tue ali
impedendoti di volare.

Eccoti qua:
benvenuto nella rosa dei beati.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 01/07/2012 13:45
    Anche questa poesia dimostra come l'autrice riesca a comprimere in parole una grande forsa sensitiva, che è tipico delle persone più sensibili, che senza la poesia si troverbbero forse come smarrite. Perchè come senza la possibilità di aprire una porta e liberarsi. Piaciuta tanto, senza falsi complimenti.

2 commenti:

  • Ethel Vicard il 01/08/2011 11:17
    Grazie di cuore Stefano... i tuoi commenti mi danno sempre quella piccola marcia in più... a presto...
  • Anonimo il 01/08/2011 10:55