accedi   |   crea nuovo account

Digressione

Mi accorgo
di te nelle punte
dei piedi, nel vago
irreale... Razionale
come sei,
e dici. Un vortice,
perché non vuoi cadere,
non puoi cedere.
Saremmo mai
felici?
Lontani, fragili,
come punizioni
o destini,
sarebbe facile amarti,
e ingiusto,
come un qualcosa
di morto, come
un pretesto, come
un teletrasporto.
Ti riconosco
nelle punte
dei piedi, nel confuso
irreale, razionale
come sei e non
ti conosco, come
dici, lontani, fragili,
irrisori testimoni
di un lampo...

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 23/10/2011 15:18
    elegante e fine. bella davvero.
  • silvia giatti il 11/09/2011 09:48
    emozionante
    ti capisco in pieno
    non potevi essere piu incisivo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0