PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Da te lontano

Torna il sangue nelle punte delle dita
dall'attimo ghiacciato in cui cademmo
e ci aggrappammo alla nevicata
come fossimo sospiri.

Da te lontano avevo chiuso dentro ciò che conta.
ma ciò che conta sa rivendicare libertà,
e perciò mi sta trascendendo:
molto presto sarà fuori.

E allora sarò carne e sangue umano
e il tuo ricordo sarà vuoto,
ma cullati nel sonno, non tremare,
poiché il vuoto è sotto ai petali del fiore
quando lo lasci onestamente andare al vento.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0