PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io non credo.

Non credo agli universi
di fabbrica.
Le stelle sono fatte
per essere colte,
non ammirate.

Nessuno mai potrà
decidere
la misura del mio dolore,
l'estensione del mio amore,
i limiti della mia volontà,
la profondità delle mie sconfitte.

Io sono vita
che scivola
incessante.

Ogni cosa ha
il colore che desidero,
la forma che necessito,
il potere che le conferisco.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • Diana Moretti il 31/08/2011 10:50
    Grazie Luca del tuo apprezzamento.
  • luca serrani il 31/08/2011 01:33
    "io sono vita che scivola incessante" veramente bella.
  • Diana Moretti il 28/08/2011 22:52
    Grazie Paolo di essere passato
  • Paolo Venturi il 28/08/2011 22:20
    Non credo alle risposte preconfezionate a gratis...
  • Diana Moretti il 27/08/2011 07:32
    Grazie Ian del tuo apprezzamento!
  • ian romanto il 27/08/2011 00:15
    bella come il sole che splende , buona come il pane appena fatto, la senzazione che da e paragonabile al primo bacio, continua cosi...
  • luigi deluca il 10/09/2007 21:54
    "io non credo" "io sono vita che scivola incessante" NON SEI SOLA, gigi
  • elisa immi il 21/07/2007 23:45
    pensare di essere artefici del proprio destino?... forse in parte è vero... le fatalità esistono.. ma noi siamo in buona parte responsabili---
  • sara rota il 20/06/2007 09:00
    È bello lasciar scorrere la vita pensando di poter decidere tutto, ma purtroppo non è coaì... Ben scritta.
  • roberto mestrone il 25/05/2007 14:45
    Stupenda immagine del tuo credo interiore!
    Sei molto profonda nei tuoi pensieri...
    Ti rileggerò certamente ancora!
    Ro
  • Diana Moretti il 18/05/2007 13:31
    Lisa, concordo pienamente.
    Ringrazio tutti per i commenti.
  • Duccio Monfardini il 16/05/2007 14:24
    concordo con raffaella... bellissima diana, brava, ciao, duccio.
  • Diana Moretti il 16/05/2007 12:02
    Al hai ragione che ci sono limiti a tutto, ma questi limiti possono essere molto labili. Io non nego il limite, ma lo esorcizzo, diciamo.. l'uomo può essere artefice in larga parte del proprio destino. Pur rispettando ogni credo religioso e ogni sensibilità spirituale, è mio modesto parere che scegliere la trascendenza sia spostare il punto di vista di una scelta dall'uomo ad un altro soggetto, ossia si relega ad altri la causa e la libertà nel dare un senso alle nostre scelte. Il mio vuole essere un inno ad un rinnovato umanismo.
  • Anonimo il 15/05/2007 23:34
    Mette una bellissima carica vitale la tua poesia... stupenda e positiva!
  • francesco sobberi il 15/05/2007 17:06
    la sento come una risposta a domande importanti. mi piace la sua determinazione
  • rexia argento il 15/05/2007 11:58
    scrivi molto bene diana... ti rileggerò.
  • Diana Moretti il 15/05/2007 10:55
    Descrizione calzante, Clair. L'ispirazione di questo pensiero mi è venuta leggendo la poesia "la morte" di Neruda.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0