username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mio angelo bianco

Dei tempi migliori
eri il mio angelo bianco
puro fiocco semplice.
Eri il sorriso dell'inverno
che imperversava nell'anima
la luce del momento,
il brivido della passione,
il tenero abbraccio del mio cielo.
Eri neve nel deserto,
cosa viva fra morte.
Risaltavi fra le dune dell'esistenza,
eri la perla incastonata fra l'oro
della sabbia che il tempo
e il vento dissemina.
Ora solo una foto
ne conserva l'amato ricordo,
nei tuoi cieli vaghi
pronta a consumarti d'amore
nuvola candida di vita.

 

l'autore Bruno Quattrone ha riportato queste note sull'opera

Pubblicata sul sito il 20/03/2009


1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ada Piras il 01/08/2011 00:26
    Bellissima, bravo
  • Diana Moretti il 31/07/2011 16:29
    di una languida tenerezza. A rileggersi
  • angela testa il 31/07/2011 15:05
    molto bella... c'è tanto sentimento in queste parole...
  • karen tognini il 31/07/2011 13:58
    Era il sorriso della tua vita.. un angelo bianco!!!
    Splendida poesia... struggente...
    Bravo Bruno!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0