accedi   |   crea nuovo account

Dignità a centimetri

Quanto inchiostro
"simpatico"
- vedo, non vedo,
non dico ma dico -

la dignità val quanto una stoffa.

E Voi,
che nati nudi,
avete deciso di vivere
nella santificazione del corpo
mortificato,
espiando la vostra sterilità:

- Quanti centimetri per essere donna?
Quanti ne dovrò cucire
sul ventre,
sulla bocca,
sugli occhi?

 

l'autore Diana Moretti ha riportato queste note sull'opera

Poesia in risposta all'affermazione di Mons. Babini secondo la quale "Alcune donne con il loro abbigliamento provocano ed eccitano gli uomini e forse se le cercano.."


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • augusto villa il 28/04/2012 12:51
    Bella, apre a rilessioni... Ben scritta. ------
  • Anonimo il 15/11/2011 09:43
    ZHo letto nei commenti il motivo di questa tua poesia. Rimango meravigliato dall'inventiva della razza umana e della sua costante ricerca del non esserlo. Una donna non ha dignità esprimibile in centimetri di sotffa, ma un uomo ha nelle parole il peso della sua coscienza. Tagliente questa tua, efficace
  • Diana Moretti il 07/11/2011 23:15
    Grazie Dulavre del tuo commento. Lieta di aver fatto conoscenza di un altro Moretti
  • Anonimo il 07/11/2011 13:34
    scrivi molto bene.. ed hai il mio stesso cognome.. due buone cose!
  • Diana Moretti il 16/08/2011 22:02
    Grazie Roberto di essere passato.
  • roberto caterina il 16/08/2011 21:05
    È giusto che la poesia si occupi anche di queste cose e soprattutto condanni chi parla a vanvera...
  • Diana Moretti il 06/08/2011 07:34
    Spero vivamente che la società civile abbia una coscienza propria, Paolo. Grazie della tua attenzione. A rileggersi.
  • Paolo Venturi il 05/08/2011 23:55
    Confondere la vittima col carnefice e l'uomo con la bestia che ancora si porta dentro, è una costante dei <pensanti sommersi>, la gente civile li lasciano dove sono, anche se nei media loro anno sempre spazio e riescono a fare un bel danno, lo stesso.
    Complimenti a Diana per le sue belle poesie.
  • Diana Moretti il 05/08/2011 21:56
    Grazie Ignis e Carla per il vostro sostegno! È una vergogna che un personaggio pubblico affermi una cosa del genere.. giustificando di fatto la violenza perpretata sulle donne!
  • Anonimo il 05/08/2011 14:46
    molte donne vengono anche violentate, picchiate etc... nelle proprie case!!!!!!!!!!
    brava Diana complimenti
  • Aedo il 03/08/2011 00:14
    Sono d'accordo con te: la società perbenista è pronta ad accusare le donne per quello che non fanno, trovando un alibi spregevole per la la sua ipocrisia. Poesia-verità di grande valore!
    Ignazio
  • Diana Moretti il 02/08/2011 17:22
    Poesia in risposta all'affermazione di Mons. Babini secondo la quale che "Alcune donne
    con il loro abbigliamento
    provocano ed eccitano gli uomini
    e forse se le cercano.. Quindi effusioni in pubblico e magari una gonna troppo corta, possono voler lanciare un segnale del tipo:
    "Ecco, ti sto provocando. Violentami, picchiami, spaccami la faccia "
  • Marcelllo Barbuscio il 31/07/2011 17:08
    La dignità sta nel poter esporre concretamente ciò che si è non ciò che gli altri vorrebbero. Fregarsene e fare quello in cui si crede... con onestà e senza paura, tanto... ed in ogni caso, ci saràsempre qualcuno a cui non andrà bene ne l'uno ne l'altro. Brava... grazie per essere passata da me.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0