accedi   |   crea nuovo account

Una luce sconosciuta

Se tu sarai con me
Mi tufferò
Nel mare agitato della ricerca.
E dal fondo con mente fanciulla
Tornerò in superficie
Lasciandomi cullare dal mare calmo della consapevolezza.
Volerò nel cielo incupito
La tua voce nel mio cuore
Dissolverà le nubi
E il cielo brillerà solo per me
Di una luce sconosciuta...
Scalerò la montagna più alta,
ogni pietra a cui mi aggrapperò
sarà la forza del tuo amore
e le pietre, che franando mi colpiranno..
saranno le umane debolezze
e quando le mani gonfie
si aggrapperanno all'ultima roccia
e quando i piedi doloranti
riposeranno sulla vetta soleggiata della montagna
il mio cuore sarà un mare calmo,
la mia mente sarà quella luce sconosciuta

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Antonio Balia il 20/02/2012 17:42
    Quando la fede diventa Vita!
  • andrea basile il 11/08/2011 21:38
    complimenti gaia... veramente bella
  • gaia favaro il 03/08/2011 17:50
    Ovviamente questa poesia è nata nel momento in cui ho dovuto poggiarmi totalmente su questa fede che mi ha fatto superare tanti tanti ostacoli
  • Aedo il 03/08/2011 00:06
    Quando siamo immersi nell'energia dell'amore, siamo pronti a scalare montagne impossibili. Brava!
    Ignazio
  • Ada Piras il 02/08/2011 21:09
    È una poesia colma di speranza che fa stare bene.
  • Anonimo il 02/08/2011 17:41
    Invidio la tua fede... l'hai espressa benissimo. Prova a farlo con un racconto autobiografico. Ciaociao, un esordio particolare. vedremo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0