PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

U

Mai
l'eterno sole
fu
così vicino al sublime

dando
l'inizio ad una favola Amore senza fine

una lacrima
caduta
dal cielo obliquo dei Tuoi occhi

sognanti d'innocenza

strinse
in una bocca senza fondo

il volo notturno dei nostri corpi

trasformandoli

in un calice d'infinito cristallo

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

d'Amore senza fine... il d' sulle ali di un apostrofo è volato via...


0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Sergio Fravolini il 04/08/2011 08:11
    "una lacrima caduta dal cielo" ...

    Sergio
  • Anonimo il 03/08/2011 17:31
    Sei sorprendente.
    Bella, bella.
  • cesare righi il 03/08/2011 15:42
    ritorno un attimo e leggo la prima... semplicemnte fantastica
    U come la prima lettera del primo numero
    U la spiritualità
    U come UHHH ma quanto ci sai fare...
    a presto
  • Anonimo il 03/08/2011 15:27
    Geniale... non finirai mai di stupirmi. Molto bella. ciaociao
  • karen tognini il 03/08/2011 10:27
    EMOZIONI... un calice d'infinito cristallo (purezza )dove bere eterno Amore...
    una favola d'amore senza fine...
    wouuuuu è troppo bella Vince...

    Bellissima la U... un calice...!!!... sei davvero geniale...
  • calogero pettineo il 03/08/2011 10:03
    speriamo ritorni indenne. molto bella ed apprezzata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0