PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'effimera leggerezza della foglia

Sono una foglia
a volte mi sento libera
cullata dal vento
e la gioia è pura unica insostituibile

effimera libertà che l'amico vento
trascina con sé

quanta nostalgia per la mia pianta
ora che sono qui in terra
spenta ed ingiallita
calpestata e rinsecchita

effimera gioventù che l'amico tempo
scolora e sbiadisce

credevo di essere unica
di linfa vitale inesauribile
bella e risplendente ai raggi del sole
ero io che cantavo la primavera alle vostre persiane aperte

effimera eternità che l'amico nulla
cancella

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 03/08/2011 17:39
    Siamo foglie... in cerca di una foto-sintesi d'Amore... prima che vengano i rossori del l'autunno... con le sue mani fatte di nulla...
  • Ada Piras il 03/08/2011 16:57
    Le foglie cadono e diventano concime.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0