accedi   |   crea nuovo account

Abitudine

In un angolo polveroso,
distrattamente ho smarrito questa vita.
In quale specchio potranno mai riflettersi
questi giorni senza luce.
Rifugiarsi nei sogni
È ormai una triste abitudine.
Ed ecco sbarre costruite
intorno all'anima.
Sono una fenice in un circo senza itinerario.
Sono prigioniera in una nuvola volteggiante e muta...
Ma ora mi risucchia in un vortice di pioggia, vento,
rovi, urla... è la vita che mi richiama a sé..
scava nella polvere... soffia sulla cenere..
la mia vita è un gabbiano su uno scoglio
e guarda la bugiarda incertezza del mare.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • bruna lanza il 12/01/2012 11:10
    guarda l'incertezza del mare, ora sei un gabbiano... spiega le tue ali e scopri nuovi orizzonti che la vita ti appartiene.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0