PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La corrente del divenire

Un giorno mi accorsi di dover lasciare
La forma e i ricordi di me leone
Per l’esigenza di dover partire
Ad inseguir la luce che mi celò il suo nome

Senza bagaglio io salutai le stelle
Ogni bagliore un amore di tutta questa vita
Sentii soave il vento sulla pelle
E il richiamo del mare come una calamita

Allor mi feci acqua pura e cristallina
Ero una particella che cavalcava un onda
La notte mi racchiuse fino al venir mattina
Che rischiarava il margine che mi faceva sponda

Ed io divenni schiuma di bianco colorata
Mi avvicinai in un balzo alla sospirata terra
Evaporai all’istante nella sabbia dorata
E mi trovai pensiero che trapassa il nulla

Qui io compresi il senso del mio viaggio
Ero anima e spirito in perfetta unione
Perché quella luce che mi donò il coraggio
Mi accolse nel suo alveo e pronunciò il suo nome.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • tania tania il 12/11/2007 00:35
    Bellissima... non ho altre parole... bravo! Tania
  • Gabriella Salvatore il 17/10/2007 13:24
    molto bella per come è scritta e per quanto trasmette
  • Donatella il 15/05/2007 23:04
    bello questo trasmigrazione in chiave cosmica, una tra le tante lette che veramente merita...
  • Federico Magi il 15/05/2007 19:19
    La corrente del divenire non è altro che il ciclo della trasmigrazione dell'anima-spirito da un corpo all'altro, nel tempo. Detto anche Samsara. Qui le immagini cercano di descrivere - idealmente - questo passaggio che potremmo comunemente definire reincarnazione. La divisione tra corpo, anima e spirito è anche il principio fondante dell'antroposofia, corrente filosofica (ma non solo) fondata da Rudolf Steiner ai primi del Novecento, molto forte nella Mitteleuropa.
  • roberto mestrone il 15/05/2007 09:57
    Carino il tuo gettarti nell'irreale, in rima, creando atmosfere di luce...
    Bravo...!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0