accedi   |   crea nuovo account

Rabbia distruggi sorriso

Vivo ma a volte totalmente me ne dimentico.
Come spiegare una mente confusa,
causa una passione stravagante,
che non prende coerente posa;
amor che sorride,
che spesso trema e arrabbiato tace.
Lodo te e rimpiango me stessa.
Frantumai la mia anima appena quel giorno scorsi i tuoi occhi.
Tanto belli e così crudeli.
Mi distrussero il sorriso,
e il silenzio mi incartò il cuore.

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Dark Angel il 03/05/2012 16:47
    parole che lacerano tempeste (i miei complimenti oscuri)

4 commenti:

  • Raffaele Arena il 17/08/2011 00:13
    Esperienza terribile sintetizzata in uno sfogo poetico di spessore... son dispiaciuto che hai dovuto scriverla...
  • Valeria Gallace il 07/08/2011 00:24
    Grazie 1000. Siete gentilissimi.
  • Sergio Fravolini il 06/08/2011 16:26
    Un testo intenso di delusioni e ricco di sensazioni che si frantumano in questa dicitura: "
    e il silenzio mi incartò il cuore".

    Sergio
  • Anonimo il 06/08/2011 15:31
    bella poesia d'amore, dirtetta, triste quel tanto che basta a creare nel lettore pathos e solidarietà.
    Inizia assai bene... vivo ma a volte totalmente me ne dimentico...( a proposito, correggi il refuso ). Il primo verso fa calare immediatamente nel piccolo dramma di un giovane amore impossibile, o mancato, o sognato.
    Un buon inizio, continua. Benvenuta nel sito. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0