accedi   |   crea nuovo account

Ebbrezza

Un ebbrezza tra noi come una carezza
l'orizzonte attraversa il calar del sole,
prendere con la mano le stelle del cielo.
Un ebbrezza di carezza che passa veloce.
Partire, tornare, andare chi sa' per dove?
Quante ebbrezze come carezze,
in noi, nei occhi tuoi.
Un ebbrezza nel odor di limoni,
al lombra della quercia,
ad aspettare un ebbrezza,
e giocare con parole acrobatiche.
un rosso vino in allegria.
Partire, tornare, andare chi sa' per dove?
Cresciuti pensanti di questi istanti,
lampioni illuminano lo scorrere della strada
in questa citta' che ci porta a perdersi
in un ebbrezza di noi.
partire, sognare, illudersi chi sa' per dove.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 30/03/2013 07:47
    Partire, tornare, andare chi sa' per dove?...
    L'ebbrezza di una carezza... passa veloce..

    Bellissima Roberto... come lampioni per strada... ad illuminare il nostro cammino...
  • Roberto Luffarelli il 19/08/2011 11:59
    Leggera come una carezza anche se tratta e si interroga su temi esistenziali.
    Bella.
  • Antonia Iemma il 06/08/2011 18:26
    illudersi per il paese dei balocchi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0