accedi   |   crea nuovo account

Vivere in coppia

Dolce diradar de tuoi baci
diluiti durante l'arco
delle giornate, carezze senza fine
d'una vecchiaia
sempre giovane d'amore;
mattiniero mi vivifica
il tuo sguardo sinuoso,
adagio docile il mio mistero
sul tuo corpo abbronzato
scorgo palpitare i nostri cuori
trasparenti nell'intreccio inscindibile
delle nostre mani
sposate da fedi ubriache.

In un angolo dell'animo
accantono timori striduli,
scheletri spaventati dalla noia,
per accogliere l'inappagabile
tua immensità
che mai mi sazia.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • mario caosi il 17/08/2011 21:41
    Grazie dei commenti, gentilissime... comunque io di anni ne ho solo 18 e sto vivendo per la prima volta (da pochi mesi) una relazione un po' più stabile.. L'espressione vecchiaia si riferiva al fatto che quest'avventura chiamiamola 'seria' mi fa sentire un po' vecchietto per un sacco di motivi, ma al contempo estremamente felice e vivo come spero la poesia esprima... in effetti è difficile da decodificare e passibile di fraintendimenti... un sorriso e un saluto!
  • karen tognini il 06/08/2011 18:18
    Mario che bella!!!.. sei fortunato...è bello emozionarsi ancora dopo tanti anni...
  • rosaria esposito il 06/08/2011 17:50
    ... una vacchiaia sempre giovane d'amore è il centro di gravità di questo pensiero poetico... bellissima la chiusa..