accedi   |   crea nuovo account

Il mattino

Gemme bianche
al mio risveglio trovo
sull'erba fresca
di notte ormai passata
e avanzo incerta
sulla coltre ghiaccia
che ad ogni passo cede
con pigro scricchiolio.
Ma sotto il sole
che sbadigliando sale
si scioglie in pianto
quel magico brillare,
e goccia a goccia cade
dagli alberi spogliati
quel che di giorno resta
degli incubi passati.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • A. Barbara Di Stefano il 29/05/2007 18:20
    Sembra quasi la metafora di un pianto che libera l'anima ingelidita dalla tristezza.
  • sara rota il 20/05/2007 09:54
    Un risveglio all'insegna di un paesaggio ghiacciato che piano piano si eleva a nuova vita... Davvero bella
  • Anonimo il 16/05/2007 18:49
    descrivi bene tutto il paesaggio, molto brava.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0